C5 FEMMINILE, Royal Lamezia in finale di Coppa Italia

 di CG Redazione  articolo letto 102 volte
C5 FEMMINILE, Royal Lamezia in finale di Coppa Italia

Royal in finale e vittoria dedicata al sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro per aver sostenuto la società lametina a queste Final Eight. E’ di Fragola il terzo tiro di rigore che manda la Royal in finale! Stavolta i rigori hanno sorriso alla squadra di Carnuccio a cui invece l’anno scorso a Pesaro furono fatali. Una partita densa di emozioni che vedrà domani la finale Royal Team Lamezia-Real Sandos, bis di campionato (allora vinse la Royal in strepitosa rimonta 4-3). Lo stesso risultato che oggi sembrava acquisito a 28 secondi dalla fine quando Mezzatesta, servita in ripartenza da Losurdo, infila il quarto gol. Ed invece all’ultimo assalto di un Rambla mai domo Vanfretti ha pareggiato i conti. Un turbinio di emozioni senza fine, in una gara di grande sacrificio della Royal di mister Carnuccio che ha trovato di fronte una Rambla      , che aveva più birra in corpo e per questo è riuscita sempre a recuperare fino all’ultimo istante. Da riconoscere i grandi meriti alla squadra patavina anche per aver colpito ben quattro legni, ma stavolta il destino era scritto. Doveva passare la Royal avendo pagato dazio l’anno scorso per l’ultimo rigore sbagliato a Pesaro.

 

CRONACA. Pronti via e c’è un po’ di sorpresa nel vedere fuori Losurdo e Mezzatesta, che avevano deciso il quarto, sostituite da Linza e Ierardi, con Liuzzo, Malato e Fragola che completano il quintetto. Rambla con Trovò, Gaigher, Bompan, Benetti, Ghigliordini.

Parte neglio la Rambla, Benetti impegna Liuzzo che deve capitolare poco dopo ad opera sempre di Benetti. Sempre lei col suo sinistro impegna poco dopo l’estremo lametino, brava poi a sbrogliare poco dopo.  Dopo 4 minuti Carnuccio fa entrare Losurdo e Mezzatesta e s’inizia a vedere una Royal più quadrata, che tiene meglio il campo ma non basta. Dopo un tiro proprio di Losurdo, respinge Trovò, la Rambla raddoppia con un gran sinistro di Ghigliordini. 2-0 dopo 6 minuti, un incubo per la Royal. Che inizia a reagire dopo un minuto grazie alla grande caparbietà di Losurdo che segna dopo un batti e ribatti in area. 1-2. Da qui in poi si vede un’altra Royal: prima Mezzatesta viene strattonata lanciata a rete, poi Leone non tira davanti alla porta e deve subire subito dopo una doppia conclusione di Vanfretti, ma prodigiosa sempre Liuzzo. Lampo di Mirafiore, alza in angolo Trovò. E è il preludio al pari proprio di Mirafiore, addirittura con un gran destro che non è il suo piede. 2-2. Quindi Mezzatesta sbatte su Trovò e la Rambla colpisce il primo legno, è Liuzzo a deviare contro la traversa. E la Royal completa la rimonta passando 3-2 con una punizione rasoterra di Losurdo. Il tempo si chiude con la solita Liuzzo che salva su Pinto da due.   

RIPRESA. Secondo palo per la Rambla in apertura, lo colpisce Kofol. Ma la Royal risponde con Losurdo, respinge Trovò in angolo. Botta e risposta Vanfretti x le patavine, e Mezzatesta in assolo, Trovò in angolo. La Royal comincia ad accusare la stanchezza. Gaigher colpisce il terzo palo per la Rambla e Mezzatesta col piatto destro fa gridare al gol, di poco fuori. Intanto Fragola sì infortuna al fianco ma stringe i denti. Royal in difficoltà, Mirafiore tocca di mano su un attacco avversario e Benetti trasforma il rigore pareggiando 3-3. Manca un minuto e mezzo ma sono i più lunghi mai visti. Quarto legno-Rambla con Ghigliordini, a cui poco dopo dice no una  Liuzzo strepitosa. Anche un’espulsione per la Rambla, Bompan va fuori ma il successivo tiro libero è sprecato da Mirafiore (alto). E si arriva ai 28 secondi finali, Mezzatesta fa 4-3; la Rambla getta dentro Ghigliordini quinto giocatore di movimento e a 4 secondi dalla fine pareggia con Vanfretti 4-4. Incredibile, ma emozionante! E’ la fine. Si va ai tiri di rigore: Liuzzo (santa..) para il primo a Benetti. Poi realizzando tutte: Malato, Vanfretti, Losurdo, Pinto e Fragola quello decisivo.

A fine gara Carnuccio concorda sulla gara di grande sacrificio della Royal: “Erano nettamente più in condizione di noi, e questo lo abbiamo sofferto tantissimo nei due tempi. Ciò ha penalizzato il nostro gioco sul piano dinamico. Si è vista una Royal non bellissima sul piano della manovra e del possesso ma votata al sacrificio, alla voglia, allo stimolo, alle grandissime motivazioni che ciascuna delle mie ragazze ha dentro in questo momento. La Rambla non esce sconfitta oggi perché quando si porta una gara ai rigori il merito gli va riconosciuto. Noi ci abbiamo messo quello che avevamo”. Sei preoccupato per domani: “Assolutamente no – ribatte secco Carnuccio – perché sappiamo che dopo questa gara la nostra soglia di sacrificio può anche elevarsi, il Sandos è avvisato, saremo pronti per la finale. Il ringraziamento ancora a questo magnifico pubblico che ci ha spinto fino alla fine”. 

 

ROYAL TEAM-RAMBLA 7-6 (dopo calci di rigore)

ROYAL TEAM LAMEZIA: Liuzzo, Leone, Mezzatesta, Losurdo, Fragola, Marrazzo, Malato, Mirafiore, Bagnato, Pota, Linza, Ierardi. All. Carnuccio

RAMBLA: Trovò, Kofol, Bompan, Benetti, Ghigliordini, Carpanese, Rovea, Tasinato, Gaigher, Sandro, Ruffato, Vanfretti. All. Arianna Barcaro

Arbitri: Rosciarelli di Orvieto e Roscini di Foligno. Crono: Cefalà di Lamezia Terme.

RETI: pt 1’35” Benetti (RA), 6’06” Ghigliordini (RA), 7’13” Losurdo (R), 14’25” Mirafiore (R), 17’24” Losurdo (R). St 14’54” Benetti (RA), 19’32” Mezzatesta (R), 19’56” Vanfretti (RA). Calci di rigori: Benetti (RA) parato; Malato (R) gol, Vanfretti (RA) gol, Losurdo (R), Pinto (RA) gol, Fragola (R) gol. 

COMUNICATO STAMPA ROYAL LAMEZIA