ECCELLENZA - Corigliano, acque agitate in vista playout: i giocatori non si allenano

 di Cristian Fiorentino  articolo letto 1834 volte
ECCELLENZA - Corigliano, acque agitate in vista playout: i giocatori non si allenano

Acque agitate in casa Corigliano nella settimana più importante della stagione. Da ricordare, in effetti,  che la formazione jonica, causa la retrocessione nel play- out di serie D del Roccella, sarà costretta domenica prossima allo spareggio assoluto contro il Reggiomeditteranea e per giunta in trasferta. Oltretutto, per conservare la categoria, come da regolamento, i coriglianesi dovranno solo vincere o nei novanta minuti o in caso di segno ics ai supplementari. Dopo i preventivi allenamenti di giovedì e venerdì della scorsa settimana e il regolare allenamento del lunedì, è saltata la seduta del martedì per la mancata presentazione dei calciatori biancazzurri. Nonostante la presenza del pool tecnico di mister Aita e del direttore Beschin, Granata e compagni hanno deciso di non allenarsi. Alla base ci sarebbe la mancanza di garanzie sulle spettanze nei confronti dei giocatori. A rischio, dunque, il play- out di domenica prossima a Croce Valanidi connesso a vicissitudini societarie che sembrano trascinarsi da troppo tempo e rischiano di minare la tanto agognata sfida salvezza. Rimpallo di responsabilità che sin ora, nonostante tutto,  ha visto la squadra sempre in campo per onorare la maglia mettendoci la faccia ma che ora potrebbe anche decidere di non presentarsi per l’ultimo atto. Da voce di corridoio, però, sembrerebbe esserci a stretto giro un nuovo incontro tra staff tecnico e societario, si spera chiarificatrice e efficace, per ovviare all’ostacolo e permettere di affrontare la gara di domenica prossima. Tra l’altro alcuni giocatori, già partiti dopo la sfida contro il Sambiase, non sarebbero proprio rientrati per prepararsi all’incontro clou. Non da meno anche i tifosi e gli “Skizzati- Group” che se da una parte sono già pronti per organizzare la lunga trasferta e per sostenere al meglio la squadra, dall’altra restano in apprensione per la situazione in atto. Tifoseria che da quel che sembra è molto attiva per spronare attivamente l’ambiente affinché le circostanze si chiariscano definitivamente per il bene della causa. Restano, però, punti interrogativi su quello che potrebbe accadere e se la formazione biancazzurra potrà ultimare la preparazione in vista della disputa contro il Reggiomediterranea. Recuperando serenità e fermezza, si è certi che il Corigliano con una condizione psicofisica ottimale potrà ancora dire la sua in termini di salvezza. A breve, però, se ne dovrebbe sapere di più e soprattutto avere un quadro più chiaro per poi capire che ne sarà del futuro, post play- out, ancora tutto da decifrare.