Serie D

SERIE D GIRONE I - PALMESE-MESSINA 3-0, immensi neroverdi, peloritani in grave difficoltà

25.11.2018 22:49

di Sigfrido Parrello -  Ci si aspettava una reazione d’orgoglio dopo le ultime due sconfitte ed invece al leggendario “Lopresti” di Palmi è arrivata l’ennesima figuraccia per l’Acr Messina che continua a perdere rimanendo nelle ultime posizioni in classifica, con la tifoseria giallorossa nauseata e mortificata dai risultati negativi e da due stagioni fallimentari. Viceversa, una ultracentenaria Palmese che continua a sorprendere tutti. Nonostante le vicissitudini societarie, il blasonato club della Piana rimane la rivelazione di questo Campionato Nazionale di Serie D Girone I piazzandosi dietro le grandi del torneo.

Al “Lopresti” le due squadre nel “derby della Vara o Varia” arrivavano in maniera completamente opposta: la Palmese di mister Ivan Franceschini e del diesse Fortunato Spadaro con serie problematiche societarie ed in Amministrazione giudiziaria ma con una città stretta al suo fianco. L’Acr Messina terz’ultimo in classifica con una gara ancora da recuperare (mercoledi prossimo in casa contro il Castrovillari), in piena zona retrocessione. Contro la “Palmese dei miracoli” rivelazione del torneo, inizio del Messina con i peloritani che creano spunti interessanti senza però impensierire Barbieri. I siciliani subiscono la rete del neroverde Mistretta al 13 esimo e poi si sciolgono completamente nel finale davanti ad una immensa Palmese. Al 13’, prima della rete di Mistretta, Cocimano sbaglia il tiro al volo su assist di Petrilli. Nel calcio chi sbaglia paga così la Palmese al primo affondo passa in vantaggio: Saba va via in contropiede servendo Mistretta che, solo soletto, batte Meo con la difesa giallorossa in vacanza.

A questo punto iniziano i cori di contestazione dei circa 50 tifosi peloritani giunti a Palmi senza vessilli. Porcaro tenta la via della rete ma solo davanti a Barbieri calcia addosso al portiere calabrese. Successivamente l’arbitro fischia la posizione irregolare. Al 24’ Petrilli viene ammoniti per proteste dopo aver reclamato la massima punizione per un presunto tocco di mano in area di rigore neroverde. Al 40’ Rabbeni colpisce il palo su traversone di Cocimano. Nel recupero del primo tempo ancora un palo di Rabbeni. Messina sfortunato.

Ripresa con Mistretta della Palmese che fallisce clamorosamente il 2-0. Mister Biagioni fa entrare Arcidiacono al posto di Cocimano. Al 12’ l’ex Bonadio colpisce la traversa. Il giallorosso Ibojo appare impreciso mentre al 36esimo l’ivoriano Ouattara viene stoppato da Meo. Negli ultimi cinque minuti la Palmese prima raddoppia con Ouattara Adamzaki al termine di una splendida azione poi, Calivà, al 43’, fa esplodere il “Lopresti”. Acr Messina in ginocchio in tutti i sensi!

La sparuta rappresentanza di tifosi ospiti hanno esposto due striscioni con scritto: “Solo per la maglia” e “Oltrei colori Gitano R.I.P.”, in ricordo di un tifoso scomparso. Una situazione difficilissima in casa Acr con il presidente Pietro Sciotto duramente contestato con la squadra allenata da Biagioni eche subisce a Palmi la terza sconfitta consecutiva. Silenzio stampa in casa giallorossa.

Per la Uesse Palmese 1912 la bella favola continua. Nonostante tutto!

 

U.S. PALMESE 1912 - ACR MESSINA: 3-0

U.S. PALMESE 1912 - (4-3-3): Barbieri, Lavilla (VK) (28’st Chidichimo), Gambi (K), Lucchese, Bruno, Cinquegrana, Calivà, Colica, Mistretta (7’st Ouattara Adamzaki), Bonadio, Saba (19’st Barbaro). A disposizione: Jusufi Ferat, Brunetti, Pittelli, Basile, Pascarella, Allenatore: Ivan Franceschini.

ACR MESSINA (4-3-3): Meo, Sarcone, Dascoli, Porcaro (VK), Ibojo, Bossa, Cocimano (5’st Arcidiacono), Traditi (28’st Gambino), Rabbeni, Genevier (K), Petrilli (34’st Carini). A disposizione: Ragone, Biondi, Lundqvist, Mancuso, Cossentino, Pizzo. Allenatore: Oberdan Biagioni.

RETI: 13’pt Mistretta, st 39’ Ouattara Adamzaki, 45’st Calivà

ARBITRO: Marco Russo della Sezione AIA di Torre Annunziata.

COLLABORATORI: Francesco Arena della sezione AIA di Roma 1 e Carmine Castiglione della Sezione AIA di Frattamaggiore.

NOTE: spettatori 800 circa (una cinquantina i supporters provenienti da Messina con striscione di contestazione e niente vessilli). Pomeriggio nuvoloso con pioggerella nel secondo tempo. La temperatura segnava 18°. T erreno di gioco in erbetta sintetica del “Lopresti” in ottime condizioni.

Ammoniti: Lavilla (P), Petrilli (M), Biondi (M) e Ouattara Adamzaki (P). Angoli: 5-4 per la Palmese. Recupero: 1’pt e 5’st.

 

PROMOZIONE GIRONE B - STILESE: si separano le strade con il tecnico Leotta
SERIE D GIRONE I - TROINA-ROCCELLA 1-0, Scuffia fa i miracoli, i siciliani meglio degli amaranto