Promozione

PROMOZIONE GIRONE A - IL COMMENTO dopo la VENTISETTESIMA GIORNATA: tris per Sambiase e Morrone, la Vigor Lamezia soffre ma passa. Poker Belvedere, in coda sorrisi per Cassano, Amantea e Cassano

25.03.2019 17:36

Giornata ventotto del girone A della PROMOZIONE, continua il duello a distanza per il primo posto tra Sambiase e Morrone, mentre la Vigor prova a tenere a distanza il Belvedere e conquistare la finale playoff.

In coda, cinque squadre in corsa per evitare i playout, mentre l'Aprigliano è ad un passo dalla retrocvessione diretta.

 

CLICCA QUI PER CONSULTARE LA CLASSIFICA AGGIORNATA del GIRONE

 

MARINA DI SCHIAVONEA-SAN FILI        3-0     giocata ieri

BELVEDERE-ROGGIANO      4-1    (Mandarano, Amendola A., Mandarano, Jarju(B), Di Pietromica (R)    

Con l'arrivo di Germano in panchina la musica non cambia per il Roggiano. Già nel primo tempo il Belvedere chiude i conti e il discorso, grazie con la doppietta di Mandarano e i gol di Amendola e Jarju. Nella ripresa Di Pietromica segna il gol della bandiera per gli ospiti, che adesso dovranno cercare di ottenere la salvezza tramite gli spareggi salvezza.

 

BRUTIUM COSENZA-CITTA AMANTEA       0-1      (Gargiulo)     

L'Amantea coglie un successo fondamentale nella corsa per accedere ai playout. La rete decisiva a dieci minuti dal novantesimo, quando Gargiulo batte il portiere della Brutium. In precedenza, De Pascale, Tucci e lo stesso Gargiulo sfiorano la rete del vantaggio.. La squadra rossoblù deve ancora soffrire per garantirsi la permanenza in Promozione.

    

CASSANO SYBARIS-JUVENILIA ROSETO    3-1    (Golia, Golia, Roland (C), Galati (J))   

Vittoria preziosissima per il Cassano Sybaris di Cimicata. Dopo 30' Golia porta avanti di due gol kla squadra cassanese. L'attaccante di casa ribadisce sotto misura davanti al portiere ospite e in avvio di ripresa i cassanesi sfiorano anche il tris. Nel finale di gara, rigore trasformato dalla Juvenilia, Galati l'autore del gol, mentre in pieno recupero il tris di Roland che blinda il risultato

      

CITTA DI APRIGLIANO-VIGOR LAMEZIA     1-2      (Porpora, Russo (VL), Biaou (A))   

Gara combattutissima tra l'Aprigliano e la Vigor Lamezia, i lametini alla fine portano a casa i tre punti. Dopo 10', è Porpora a portare avanti i biancoverdi. Al 24' il pari di Biaou, che riesce a battere Russo dopo un batti e ribatti. I lametini sfiorano il gol in più circostanze con Russo, Mascaro e De Nisi. Al 73', rigore per gli ospiti che Russo trasforma. Nel finale, l'arbitro concede un rigore per l'Aprigliano, ma il guardalinee segnala prima un offside. Per la squadra della Presila è vicina la retrocessione diretta, la Vigor continua a sperare nel secondo posto.     

 

PROMOSPORT-ROSSANESE    1-0      (Torcasio) 

La Promosport coglie tre punti di platino nella sfida contro la Rossanese. I lametyini fanno la gara e sfiorano più volte la rete già nel primo tempo. Al 10' la traversa di Caturano, poi lo stesso Caturano va vicino alla marcatura nei secondi 45', al pari di Costa e De Fazio. Al minuto 60' c'è il tap-in vincente di Torcasio, che mette in rete dopo una respinta corta del portiere ospite. La squadra di Lio dovrà lottare sino all'ultimo minuto dell'ultima gara per evitare i playout        

 

SAMBIASE LAMEZIA-GARIBALDINA         3-0    (Covelli, Bruno, Perri)     

Il Sambiase ritrova la vittoria e lo fa con voglia e tanta rabbia. Gara che vede protagonisti i calciatori di Fanello (in tribuna causa squalifica), che prendono di mira la porta ospite. Dopo svariati tentativi dei vari Umbaca, Bruno e Diop, due traverse di bomber Covelli, che sblocca la gara al minuto 37' su calcuio di rrigore. Al 50', raddoppio firmato Perri, servito alla perfezione da Diop: conclusione imparabile per il portiere della Garibaldina Gualtieri. In mezzo ad altre due traverse, colpite da Diop e Tavella, la rete del definitovo 3-0 di Bruno, sul cvolpo di testa. La corsa all'Eccellenza prosegue.       

 

SAN MARCO-MORRONE       0-3     (Ferraro, Marchio, Vilella)

(commento AC Morrone) - Tre punti che permettono alla Morrone di restare in scia del Sambiase e di tenere a distanza la Vigor Lamezia. Lo 0-3 maturato sul campo del San Marco, tuttavia, non deve ingannare. Nel primo tempo si è lottato pallone su pallone, nella ripresa è stata la forza propulsiva dei granata a prevalere sulle residue energie degli uomini di Apicella. Un successo sì meritato, ma sudato sul campo come ogni altro arrivato in stagione.

Stranges decide di cambiare e passa al 4-4-2. L’assenza di Scarnato, appiedato per un turno dal Giudice Sportivo, implica l’arretramento di Marchio che gioca in coppia con il rientrante Bacilieri davanti a Gallo sulla linea dei difensori. A centrocampo la cerniera è composta da Piromallo e Casella, mentre la novità più grossa è rappresentata dai due esterni offensivi a supporto di Calderaro e Ferraro: dal 1’ ci sono contemporaneamente Maio e Mazzei.

Il primo affondo è della Morrone. Esposito non interviene su una palla spiovente e Ferraro difende la posizione per usare il sinistro. A salvare Berardi è il palo che dice di no al bomber. E’ ancora Ferraro il protagonista al 17’. Se da un lato, però, premia il lancio lungo di Bacilieri con uno scatto in profondità, dall’altro calcia addosso al pipelet rossoblù dilapidando una buona occasione. La risposta del San Marco giunge al 31’ con Pansera che scodella al centro dell’area una palla velenosa. De Luca prende l’ascensore e colpisce con forza verso Gallo: solo un colpo di reni incredibile evita agli ospiti di capitolare.

Nella ripresa Stranges butta subito dentro Cordua, gli fa posto Calderaro con Maio che si accentra. Il vantaggio al 13’. A margine di un’azione a ventaglio, la Morrone conquista un corner che Granata si incarica di battere. Dalla mischia a centro area esce vincitore Marchio e la rete si gonfia inesorabilmente. L’1-0 non genera nessun calo dell’attenzione, anzi conferisce nuova carica mentale a De Luca e compagni. E’ per questo che quando il cronometro segna il minuto numero 18, Ferraro legge in anticipo le intenzioni della retroguardia di casa e si insinua su un retropassaggio verso Berardi. Lo aggira e agevolmente deposita il pallone in gol prima di correre ad abbracciare in panchina il preparatore atletico Gianmarco Manna e saldare così una scommessa fatta in settimana sui social. Il risultato è legittimato da un destro di Mazzei disinnescato in corner e da una traversa colta da Villella, che però al 39’ cala il tris con un preciso diagonale.

 

SERIE D - ROCCELLA, il cammino sino al termine del campionato: c'è da scalare l'Everest
PROMOZIONE GIRONE A - MORRONE: nessuna come i cosentini fuori casa, decimo blitz esterno