Eccellenza

ECCELLENZA - SIDERNO, capitan Fuda a CALABRIAGOL.IT: "Obiettivo salvezza, ma con un pizzico di convinzione in più..."

27.09.2018 20:46

Cuore di capitano. Mario Fuda è uno dei calciatori più importanti di un Siderno che vuole indossare i panni dell'outsider di lusso.

Il difensore biancoazzurro ha parlato ai microfoni di CALABRIAGOL.IT

 

Come giudichi l’avvio di campionato del tuo Siderno?

Siamo partiti bene la prima giornata vincendo in casa contro la Paolana,poi modestamente parlando non meritavamo di perdere a Cotronei dove siamo andati in vantaggio per due volte e poi ci siamo fatti recuperare e perdere la partita per nostri regali collettivi di squadra. Con il Corigliano ci sta di perdere perché è una corazzata anche se c’è da dire che per i primi venti minuti noi abbiamo avuto due occasioni limpide per passare in vantaggio, nonostante ciò siamo passati in svantaggio e io allo scadere del primo tempo mi sono fatto parare il rigore del pareggio, altrimenti non so poi come si metteva il secondo tempo..

 

Quale può essere l’obiettivo stagionale della tua squadra?

Siamo una squadra giovane quindi il nostro primo obiettivo è di valorizzare i giovani poi di raggiungere al più presto una salvezza tranquilla.

 

Cosa sta mancando in questo momento al Siderno per lottare tranquillamente per i primi posti?

Al momento penso che al Siderno manchi la fame, quella che ci può portare ha raggiungere buoni risultati, d’altronde siamo solo alla terza giornata quindi speriamo di acquisirla al più presto per raggiungere gli obiettivi prefissati.

 

Oltre al Corigliano, quali squadre possono lottare per i playoff??

Oltre al Corigliano c’è la Reggiomediterranea, la Bovalinese, Rossanese e tante altre squadre. Ma io penso che i cavalli vincenti si vedono alla fine della corsa.

 

PROMOZIONE - I provvedimenti del Giudice Sportivo: stop fino al 31/12 per Parise (Roggiano), cinque turni a Criniti (Borgia), in quattro fermati per due turni
ECCELLENZA - TREBISACCE, Pepe a CALABRIAGOL.IT: "Mi aspettavo questo avvio, ora restiamo in alto"