Professionisti

SERIE C - RENDE-CASERTANA 0-1, Gaz.Sport: "I Falchetti ora lanciano un messaggio alle avversarie, Rende ko". GLI HIGHLIGHTS della GARA

03.12.2018 10:45

"Casertana, messaggio alle rivali. Rende ko", scrive Gazzetta dello Sport che analizza il match giocato ieri sera al Lorenzon:

"Alla Casertana bastano pochi minuti per confezionare il decimo risultato utile consecutivo. Il dopo Fontana comincia con il successo in casa del Rende, la squadra rivelazione di questo inizio di stagione che lascia il campo tra gli applausi dei propri tifosi. Una battuta d’arresto che arriva dopo 6 vittorie e un pareggio. Raccontiamolo subito il gol che decide la partita: Germinio in scivolata stoppa una conclusione di Castaldo, sulla ribattuta si fionda De Marco che dal limite supera Savelloni con un preciso destro al volo. Sulle ali dell’entusiasmo la Casertana sfiora il raddoppio (10’) ma la traversa nega il gol a Castaldo dopo una bella girata.

ALTRO CHE VICE Esposito, che torna sulla panchina della prima squadra dopo l’esperienza di due anni fa quando sostituì Tedesco nell’ultima di campionato e nei playoff, disegna una Casertana molto equilibrata. È un 4-3-3 con Alfageme a destra che si adatta a un lavoro di grande sacrificio su tutta la fascia (spesso arretra fino alla linea difensiva) e Zito a sinistra con Castaldo punta centrale. Regia affidata a D’Angelo con De Marco e il giovanissimo Santoro ai suoi lati. Di fatto in fase di non possesso è un 4-5-1 che mette in difficoltà il Rende, sceso in campo con lo stesso undici che aveva pareggiato a Cava de’ Tirreni. La spinta dei calabresi non è quella che ha caratterizzato lo straordinario inizio di stagione, anche se sul taccuino sono sottolineate in rosso due clamorose occasioni di Vivacqua (36’) e Viteritti (47’) che avrebbero potuto portare la squadra di Modesto al pareggio prima dell’intervallo.

DUE ROSSI A inizio secondo tempo la Casertana prova subito a chiudere il match ma prima Zito (1’) si fa anticipare da Savelloni in uscita, poi il diagonale di Castaldo (5’) attraversa la linea di porta e finisce a lato. All’11’ la doppia espulsione di Godano e Blondett (fino a quel momento tra i migliori in campo) per reciproche scorrettezze, per cui Esposito ridisegna la difesa con Pinna centrale e Zito abbassato sulla linea dei difensori; dall’altra parte Modesto passa al 3-4-2 nel tentativo di arrivare almeno al pareggio, tant’è che con l’ingresso di Giannotti e Achik, due calciatori dalle spiccate qualità offensive, chiude con un 3-2-4. Rossini non ci arriva in scivolata, un sinistro di Viteritti sfiora il palo. Al 31’ Rainone «blocca» con le braccia alte un cross di Awua e il Rende chiede a gran voce il calcio di rigore. Il forcing della squadra di Modesto alla fine produce soltanto calci d’angolo: 8-0 il parziale del secondo tempo".

 

SERIE C - CATANZARO, Auteri trova il "colpevole": "Falli e perdite di tempo: sono nauseato"
SERIE C - RENDE, parla Modesto: "Abbiamo messo sotto la Casertana, ci è mancato solo il gol"