Professionisti

SERIE C - CATANZARO, la conferenza di patron Noto: "Mercato? Nessuno in uscita, solo Infantino. Troppi nomi di fantasia accostati. Sul campo del Ceravolo e sui tifosi..."

12.01.2019 19:50

Il patron del Catanzaro, Floriano Noto, ha incontrato in sala stampa i giornalisti per parlare di tanti temi caldi in casa giallorossa:

"Il mercato di gennaio è molto difficile, anche perché le squadre di vertice possono migliorare poco. Inoltre, il mio gruppo non lo cambierei con nessuno, perché hanno dimostrato grande attaccamento e grande voglia di lavorare. Il mister ci ha chiesto un'alternativa al suo modulo di gioco, ma non ha formulato alcuni nomi. Ho letto di calciatori che avremmo contattato, ma alcune notizie di fanno sorridere. Di Piazza non lo abbiamo mai richiesto, lui si è messo in contatto con noi, ho chiamato Lo Monaco per dirglielo. Lui è un calciatore di qualità, ma nn è funzionale al nostro sistema di gioco".

Il patron ce l'ha con i giornalisti: "Certi nomi usciti non fanno altro che fare il gioco dei procuratori. Cerrti nomi vengono tirati fuori solo per fare alzare il prezzo e rompono certi equilibri economici e certi equilibri dentro lo stesso spogliatoio. Io farei durare il mercato solo sette giorni".

Sulle cessioni: "Non abbiamo in uscita nessuno, sono tutti funzionali al nostro sistema di gioco. Infantino? Lo stimiamo, è una punta valida, nel modulo di Auteri si integra poco. Ha un contratto in scadenza a giugno, quindi lui e il suo procuratore si guardano intorno. Gli altri sono intoccabili".

Sui nomi circolati: "Casoli non mi risulta, non lo abbiamo mai cercato. Bianchimano è un profilo interessante per il modulo di Auteri, più per completare il mosaico. Lui sta giocando poco a Perugia, le valutazioni le devono fare loro e il suo procuratore".

Sulle problematiche al terreno di gioco: "Con il sindaco Abramo i rapporti sono ottimi, mi sono lamentato sopratutto con la struttura burocratica. In particolare, per il rifacimento del manto erboso, ho chiesto che possano essere assunte le decisioni del caso per avviare i lavori entro maggio per avere il nuovo manto per l'inizio del prossimo campionato".

Continua Noto in merito: "Ho chiesto i vari preventivi al Sassuolo magari per provare a realizzare a Catanzaro un misto sintetico".

Sulle problematiche del Matera: "E' stato sbagliato mandare in campo la Berretti o gli Allievi. Il campionato di Lega Pro è riservato ai calciatori con status professionistico. Sono sistuazioni che fanno soffrire molte società di serie C, non tutti hanno gruppi come il nostro alle spalle. Anche noi dobbiamo fare attenzione alle spese, perché questo campionato è sempre a perdere e queste somme a perdere le mettiamo in bilancio".

Sui mancati ingressi dagli sponsor: "Non voglio mettere la pistola in testa a nessuno, ma è chiaro che se abbiamo messo in bilancio certe somme, che poi vengono meno, chiaramente dobbiamo prenderne atto".

Sulla partecipazione dei tifosi: "Valuteremo se chiudere o meno alcuni settori, perchè ci sono spese con gli steward o con le coperture assicurative. Nella programmazione della prossima stagione ne prenderemo atto. Se durante il periodo in cui la popolazione è più numerosa, allo stadio ci sono 2mila spetattori, allora significa che quelli davvero interessati al Catanzrao sono questi. Io credo che questa squadra va amata, perché questi ragazzi stanno dimstrando davvero tantissimo".

Sul girone di ritorno: "Ci aspettiamo sicuramente di migliorare il bottino dei punti. Quest'anno la Juve Stabia ha fatto un campionato che nessuno aveva fatto negli ultimi 20 anni. Swe mantengono questi ritmi, alziamo le mani perché vuol dire che sono davvero i migliori".

 

 

PRIMA CATEGORIA GIRONE D - I risultati degli anticipi: bene Ravagnese e Pro Pellaro. Poker Saint Michel, vince il San Roberto Fiumara. LA NUOVA CLASSIFICA
SERIE C - VIBONESE, Finizio in vista della ripresa del campionato: "Prima la salvezza, poi divertiamoci. Io al Catania? Solo voci, resto a Vibo"