Professionisti

SERIE B - Crotone infuriato contro l'arbitro. Stroppa: "Non è calcio". Vrenna: "Non ci vogliono in questa categoria"

19.02.2019 10:11

Crotone imbufalito con la direzione arbitrale del signor Rapuano, Stroppa e il presidente Vrenna non le mandano di certo a dire:

"Non riesco a parlare di calcio e così non ci sto", attacca il tecnico rossoblù. "È talmente plateale quello che si è visto e non ci sto. Sono anche stato espulso senza aver reclamato e quando ho chiesto il motivo del mio rosso, nessuno mi ha saputo rispondere. Scusate, ma non riesco a parlare di calcio".

Il massimo dirigente, invece, entra nel dettaglio: "Stavolta si è toccato il fondo e, forse, hanno deciso che in questa categoria non ci dobbiamo stare. Non è la prima volta che ci maltrattano. Ho chiesto a Rapuano il motivo del mancato rigore e mi ha detto che ha applicato la regola del vantaggio. Potevamo vincere e invece sono qui a commentare un’incredibile sconfitta. La squadra è stata stoica – continua Vrenna – e ha dimostrato di potersela giocare, ma davanti a questi episodi ditemi voi cosa possiamo fare. Adesso prepareremo un dossier da inviare ai vertici del calcio. Venire qui a parlare di ingiustizie era l’ultima cosa che avrei voluto fare e, invece, eccomi qui a reclamare delle inefficienze arbitrali sempre e tutte contro di noi".

 

SERIE C GIRONE C - LA CLASSIFICA AGGIORNATA: Rende fuori dai playoff, la Reggina perde il quinto posto. Il Catanzaro può puntare in alto
Cosenza-Cremonese: al San Vito sfida-salvezza