Professionisti

SERIE C - LE PAGELLE della REGGINA: difesa invalicabile

09.12.2018 23:41

di Valerio RomitoCONFENTE 6: Non viene mai impensierito dagli avversari fino all'inutile gol finale subito, e stavolta si dimostra molto efficace nelle uscite;

KIRWAN 6: Grinta, corsa e posizione sono ormai il suo biglietto da visita.

CONSON 7: Se non si subiscono tiri per 96 minuti, lo si deve soprattutto alla sicurezza del capitano in versione grande muraglia

SOLINI 7,5: Oltre alla perfetta prestazione difensiva, sigla la rete della tranquillità con un grande stacco aereo

SEMINARA 6: Attento ed ordinato, si conferma come ulteriore opzione valida della linea "verde" mancina

MARINO 6: La voglia di strafare da ex non lo fa comunque andare fuori giri, esce tra gli applausi del suo vecchio stadio DALL'83' CIAVATTINI S.V.

ZIBERT 6: Cresce nella ripresa come tutta la squadra, dando la solita sostanza in mezzo

SALANDRIA 6,5: Nel primo tempo sembra quasi condizionato dai recenti guai fisici, ma dopo l'intervallo è lui a dare la carica ai compagni di reparto

SANDOMENICO 6,5: I palloni che tocca non sono tanti, ma con quelli a disposizione è sempre il più pericoloso; glaciale dal dischetto DALL'83' VIOLA S.V.

TASSI 6: In assenza di rifornimenti, si sbraccia e fa a cazzotti DAL 75' EMMAUSSO S.V.

UNGARO 6,5: Dopo aver sprecato la palla del vantaggio pochi minuti prima, si procura il rigore con un pregevole guizzo DAL 65' FRANCHINI 6: Entra subito dopo il vantaggio per dare più copertura, non servirà

CEVOLI 6,5: All'inizio sembra l'ennesima gara esterna da "potrei ma non voglio", ma dopo un primo tempo sopirifero la squadra capisce che forse tentare il colpo grosso è impresa tutt'altro che impossibile; ed infatti al rientro in campo basta alzare il baricentro quanto basta per ottenere una vittoria chiara, indiscutibile ed utile a piazzarci in zona di assoluta tranquillità.

 

SERIE C - RENDE, Modesto dopo il ko di Matera "Ci sta una partita sottotono, Matera più cattivo di noi"
SERIE C - REGGINA, Cevoli dopo la vittoria a Lentini: "Bravi ragazzi, ora avanti con il lavoro"