Promozione

PROMOZIONE GIRONE A - IL COMMENTO della GIORNATA: quattro a braccetto in vetta, bene anche Brutium e Garibaldina

24.09.2018 20:10

Ecco il commento della terza giornata del GIRONE A della PROMOZIONE:

BELVEDERE-APRIGLIANO  1-1

Deve rinviare l'appuntamento con la vittoria il Belvedere di mister Liparoto. Nonostante il vantaggio firmato da Ale. Amendola, i granata non riescono a mettere ko l'Aprigliano di Tuoto e alla fine deve concedere un punto alla formazione presilana, che perviene al pari con Spadafora. Nella ripresa poco o nulla e per entrambe un punto a testa che non esalta.

 

BRUTIUM CS-PROMOSPORT  1-0

Un colpo di testa al 93' di Tomasi permette al team rossoblù di conquistare un successo prezioso al cospetto di una Promosport quadrata, ma che non riesce proprio a trovare la via della rete. Botta e risposta tra le due squadre, ma non succede fino al 94', quando Tomasi di testa beffa Lucia e fa esplodere i tifosi rossoblù.

 

GARIBALDINA-ROSSANESE  2-1

Primo successo per una gagliarda Garibaldina, che rimonta e supera la Rossanese di Aloisi, ancora un pò fragile e da registratre. La formazione rossoblù passa in vantaggio con Sifonetti dopo 5', ma in tre minuti subisce un tremendo uno-due che la mette al ko. Al 31' la ribattura in rete del colored Badjinka, imitato poi da Lepore, che trasforma un rigore concesso per fallo su Mancuso. Nella ripresa gli ospiti ci provano ma senza successo.

 

JUVENILIA ROSETO-VIGOR LAMEZIA  1-2

Delusione Juvenilia, gioia Vigor. Un finale incandescente risove una gara che si era mantenuta sui binari dell'equilibrio. Dopo un primo tempo senza occasioni, al 65' è Mangano a portare avanti i lametini con una conclusione sottomisura. Il clou è nei minuti conclusivi. Jarar fa esplodere i tifosi di casa all'88', ma in piebo recupero il neo entrato Gullo consente alla Vigor di continuare la sua corsa a punteggio pieno. Facce scure in casa Juvenilia, ancora ferma a quota 0.

 

ROGGIANO-SAN MARCO  2-1

Devry d'Esaro che va al Roggiano, che prosegue la sua corsa a punteggio pieno. Ma a passare in vantaggio è un coriaceo San Marco, che con Provenznao, proprio ai titoli di coda del primo tempo, realizza il rigore dello 0-1. La gara, sin lì in equilibrio, esplode con il tremendo uno-due del solito Marano. Al 49', trasforma un rigore concesso per un fallo su Toro Carbone, mentre al 54' piazza una punizione imbarabile per Beradi. Il talentuoso centrocampista potrebbe firmare nuovamente una tripletta (come alla prima di campionato), ma al 71' Berardi si vendica e respinge la trasformazione di un calcio di rigore. Un pò di nervosismo nel finale con il rosso a Lamirata.

 

SAMBIASE-AMANTEA  4-0

Devastante Sambiase, poker al malcapitato Amantea. Nulla può il giovane portiere Miceli, che ci mette più volte una pezza, ma non evita un pesante rovescio. Leta su rigore, Bernardi e ancora Leta, tris già nella prima frazione di gioco. Poi nella ripresa, tiro a giro di Leta che firma la sua doppietta e chiude di fatto il match. nove reti fatte, zero subite, nove punti in classifica e primo posrto: il Sambiase, tornatonel suo stadio, c'è!

 

SAN FILI-MORRONE  1-2

UFF.STAMPA MORRONE - Vince ancora la Morrone, ma va riconosciuto al San Fili di aver tenuto in bilico l’incontro fino alla fine. Le reti di Piromallo e Villella vanificano il momentaneo pareggio di Aceto e permettono a Stranges di continuare a viaggiare a punteggio pieno.

L’allenatore lascia in panchina Bacilieri e Tucci puntando su De Ciccio e Prete, con Marchio che torna a giostrare da marcatore puro e Ferraro schierato al centro della prima linea. Servono 17’ per annotare qualcosa, poi Scarnato stende Aceto ad un paio di metri dall’area di rigore e Crispino calcia una punizione velenosa: bravo Gallo a distendersi e a deviare in corner.

Al 28’ la Morrone passa in vantaggio. Il merito è di Piromallo che recupera un pallone al limite dell’area facendosi largo tra le maglie avversarie. Il destro non lascia scampo a Trinni e permette al centrocampista di festeggiare insieme ai compagni. Al 38’ Ferraro con una zuccata va vicino al raddoppio, ma è provvidenziale Kader a salvare sulla linea a portiere battuto.

Nella ripresa il San Fili alza il baricentro e trova l’1-1 con Aceto, abile a tramutare in oro un assist al bacio del neo entrato Cribari. La Morrone a quel punto cambia assetto tattico, Stranges butta nella mischia Cordua e Prete e i granata iniziano a macinare gioco. Minuto dopo minuto guadagnano metri, finché al 29’ Villella spinge dentro una palla vagante che un attimo prima aveva baciato il palo su un’incornata del solito Ferraro.

Le vibranti proteste dei padroni di casa circa un presunto offside generano le espulsioni dei due Barone: il tecnico Salvatore e il calciatore Francesco che era con lui in panchina. A raggiungerli negli spogliatoi poco dopo è Zuccarelli e la stessa sorte tocca nel recupero a De Cicco che si vede sventolare sotto il naso il secondo giallo a margine di un’ingenuità. Il forcing finale del San Fili non fa breccia nella linea Maginot eretta della Morrone che difende con i denti tre punti preziosissimi.

 

 

ECCELLENZA - SCALEA-COTRONEI 0-3, MAN of the MATCH: Marco Caliò (Cotronei)
ECCELLENZA - OLYMPIC ROSSANESE-TREBISACCE 0-2, passano i giallorossi, primo ko per Pascuzzo