Professionisti

SERIE B - I provvedimenti del Giudice Sportivo dopo la nona giornata: mega ammenda per il Benevento e per Zenga

29.10.2018 12:17

Ecco i provvedimenti del Giudice Sportivo dopo le gare della nona giornata del campionato di serie B:

b) CALCIATORI

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER  UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

TRAJKOVSKI Aleksandar (Palermo): per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco.

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER  UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BELLUSCI Giuseppe (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

COLOMBATTO Santiago (Hellas Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

 

a) SOCIETA’

Ammenda di € 10.000,00 : alla Soc. BENEVENTO a titolo di responsabilità oggettiva, per avere propri raccattapalle sistematicamente rallentato, nel corso del secondo tempo, la regolare ripresa del giuoco. La situazione non migliorava nonostante le ripetute sollecitazioni del Quarto Ufficiale ai dirigenti della squadra; inoltre, al 48° del secondo tempo, l’Arbitro era costretto a sospendere la gara per circa mezzo minuto in quanto non erano più a disposizione i palloni di riserva, tale atteggiamento creava un clima di tensione tra i calciatori e i dirigenti; recidiva.

Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. BRESCIA per avere suoi sostenitori, al 12° del primo tempo, lanciato un fumogeno sul terreno di giuoco che causava l’interruzione della gara per circa un minuto; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 2.000,00 : alla Soc. PERUGIA per avere ingiustificatamente causato il ritardato inizio della gara di circa sei minuti.

 

c) ALLENATORI

SQUALIFICA PER  UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 10.000,00

ZENGA Walter (Venezia): per avere, al 20° del secondo tempo, assunto un atteggiamento minaccioso nei confronti di dirigenti della squadra avversaria, trattenuto a stento dai componenti della propria panchina; infrazione rilevata da un Assistente; per avere inoltre, all’atto dell’allontanamento, assunto un atteggiamento provocatorio nei confronti del Direttore di gara ritardando, l’uscita dal recinto di giuoco, che avveniva esclusivamente grazie all’intervento del capitano della squadra, per circa un minuto; successivamente, uscendo dal terreno di giuoco rivolgeva all’Arbitro un’espressione irrispettosa.

 

SERIE B - Crotone-Salernitana 1-1, Gaz.Sport: "Simy, ossigeno rossoblù"
SERIE B - COSENZA, l'appello del presidente Guarascio: "La sconfitta di Brescia fa male. Ora il Marulla deve essere il nostro fortino"