Professionisti

SERIE B - GIUDICE SPORTIVO: un turno a Corsi. Ammende per il Pescara

05.02.2019 16:49

Ecco i provvedimenti del Giudice Sportivon dopo le gare della ventiduesima giornata del campionato di SERIE b

PROVVEDIMENTI verso CALCIATORI:

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.000,00

DOMIZZI Maurizio (Venezia): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; sanzione aggravata perché capitano della squadra (Ottava sanzione); per avere al 36° del secondo tempo, dopo la notifica del provvedimento di ammonizione, spinto alcuni avversari che si trovavano nei pressi.

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BRANCA Simone (Cittadella): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

CORSI Angelo (Cosenza): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

DEL GROSSO Cristiano (Pescara): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

GERBO Alberto (Foggia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

GRAVILLON Andreaw Rayan (Pescara): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

MURAWSKI Radoslaw Pawel (Palermo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

VIGNALI Luca (Spezia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

AMMENDA DI € 5.000,00

FIORILLO Vincenzo (Pescara): per avere, al termine della gara, negli spogliatoi, assunto un atteggiamento irrispettoso nei confronti del Direttore di gara, criticando ad alta voce l’operato del medesimo.

 

PROVVEDIMENTI verso DIRIGENTI

AMMENDA DI € 5.000,00

SEBASTIANI Daniele (Pescara): per essere, al 25° del secondo tempo, entrato indebitamente nel recinto di giuoco, criticando reiteratamente l’operato arbitrale; invitato più volte ad uscire, dal Quarto Ufficiale, abbandonava il recinto di giuoco solo dopo l’intervento del Direttore di gara.

 

PROVVEDIMENTI verso SOCIETA':

Ammenda di € 5.000,00: alla Soc. PESCARA a titolo di responsabilità diretta, in relazione al comportamento tenuto dal Presidente nel corso della gara.

Ammenda di € 1.500,00: alla Soc. PESCARA per avere suoi sostenitori, al 14° del primo tempo, lanciato un petardo nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

 

SERIE B - CROTONE: maledizione Scida, non si vince da ottobre
SERIE C GIRONE C - GIUDICE SPORTIVO: in cinque fermati per un turno. Matera-Bisceglie 0-3 a tavolino