Professionisti

SERIE C - CATANZARO, Auteri alla vigilia della Virtus Francavilla: "Loro squadra quadrata, ma noi dobbiamo pensare solo a vincere"

06.04.2019 22:59

Gaetano Auteri, tecnico del Catanzaro, ha parlato alla vigilia della gara casalinga contro la Virtus Francavilla:

"Domani è una partita molto importante, si gioca solo per vincere. Si giocherà in un altro contesto, su un fondo migliore rispetto a quello di Brindisi. Loro sono molto cambiati rispetto alla gara d'andata, sono cresciuti molto, hanno fatto tanti punti: sarà una partita impegnativa. Ma noi stiamo bene, giochiamo in casa nostra, poi in settimana è arrivato un risultato favorevole che dobbiamo sfruttare. Dobbiamo giocare con ordine e razionalità, ma vincere".

Sulle scelte: "Nella rosa abbiamo calciatori molto duttili e a gara in corso sappiamo interpretare vari ruoli. Non possiamo farci nulla per le assenze, ma soltanto vincere e basta, è determinante, le motivazioni vengono da sole".

Sulla corsa al primo posto: "La Juve Stabia può ancora determinare il proprio destino, sin qui non l'ha fatto perché ultimamente ha perso qualche cosa, ma per me resta tutt'ora la squadra favorita per il primo posto".

Quale l'obiettivo delle Aquile? "L'esperienza mi insegna a giocare gara per gara, a giocare con lucidità, con intensità e aggressività".

Sulla gara da recuperare contro la Viterbese: "Ci consideriamo bistrattati quest'anno, c'è il caso Matera, le fidejussioni... Io sono per il rispetto delle regole".

Sul calendario playoff: "Ci possono essere degli svantaggi o degli aspetti positivi. Ancora è presto pensarci, ma io preferisco prendermi i vantaggi di posizionarmi in altissimo".

 

I CONVOCATI DI AUTERI - La società giallorossa non ha reso nota la lista dei convocati per la gara di domani. Di certo non saranno della sfida i vari Signorini, Pambianchi, Statella, Bianchimano, Kanoutè, Giannone e Repossi.

 

SERIE D - ROCCELLA, il cammino sino al termine del campionato: c'è da scalare l'Everest
SERIE C - SIRACUSA-VIBONESE, le probabili formazioni: rossoblù a caccia del colpo