ISOLA CAPO RIZZUTO, E' CRISI APERTA - Soci consegnano squadra al Sindaco: "Assemblea pubblica il 20 giugno per discutere del futuro"

 di CG Redazione  articolo letto 983 volte
ISOLA CAPO RIZZUTO, E' CRISI APERTA - Soci consegnano squadra al Sindaco: "Assemblea pubblica il 20 giugno per discutere del futuro"

Ennesimo episodio triste e sintomatico della crisi del calcio calabrese, che stavolta si sta vivendo a Isola Capo Rizzuto.

Dopo i noti fatti di cronaca giudiziaria che hanno coinvolto la Misericordia, che gestiva anche la locale squadra di calcio, i soci dell'Isola Capo Rizzuto, fresca vincitrice dell'Eccellenza calabrese, hanno consegnato la squadra al Comune, per provare a salvare il titolo e magari garantire l'iscrizione alla serie D.

Ecco il comunicato stampa dell'Ente:

 

Nella giornata odierna i soci della Polisportiva Isola Capo Rizzuto, autorizzati anche dagli Amministratori Giudiziari, hanno consegnato presso l’ente comunale il titolo sportivo della Polisportiva Isola Capo Rizzuto, società cinquantenaria del territorio. Ricordiamo che la società ha da poco ottenuto l’accesso in Serie D, una categoria importante non solo ai fini calcistici ma anche a quelli turistici e promozionali. Un campionato nazionale che in questo momento non può andare perduto. A tal proposito, il Sindaco Gianluca Bruno ha immediatamente inteso organizzare una pubblica assemblea . "Invito tutta la cittadinanza e tutti gli imprenditori del territorio, non solo di Isola di Capo Rizzuto se interessati, a partecipare all’incontro inerente il futuro del Polisportiva che si terrà Martedì 20 Giugno, alle ore 18.30, presso la Sala Consiliare. La squadra è patrimonio della cittadinanza e chiunque abbia la forza, e la volontà, di proseguire questo cammino può esprimere pubblicamente questa volontà nella pubblica assemblea del 20 giugno. Esserci significa scrivere una pagina importante del futuro della nostra città e non solo, anche dell'intera provincia".