SERIE B

SERIE B, Gazzetta dello Sport: "La SPAL ora c'è: Menez espulso, Reggina battuta"

02.11.2020 10:26

 

"Ancora Castro, la SPAL ora c'è: Menez espulso, Reggina battuta", si legge su Gazzetta dello Sport, pagine nazionali.

"Vince la Spal in superiorità numerica per 73 minuti, ma la Reggina non ha demeritato e se fosse finita in parità, visto come ha giocato la ripresa, non avrebbe rubato nulla. Gira tutto storto nella squadra amaranto che deve fare i conti con una classifica che non rispecchia il gioco, anche se quando non si trasformano in gol le occasioni che si creano non si può inveire contro la sfortuna. La Spal è sempre stata la bestia nera per la Reggina, che non è riuscita mai a batterla. La sfida mancava al Granillo da 46 anni e 6 mesi e anche in quel lontano 5 maggio 1974 gli emiliani s’imposero (0-2) dando il colpo di grazia alla Reggina che sarebbe retrocessa in C. Aggiungiamoci che il tecnico Pasquale Marino fa il pieno di vittorie (5 su 5) quando tocca le sponde dello Stretto e che il suo collega Mimmo Toscano, nonché compagno di squadra nel Potenza inizi anni ’90, ha rimediato 3 sconfitte su 3: numeri che dicono molto, le statistiche non lasciano il tempo che trovano.

Un pomeriggio cominciato come peggio non poteva essere per la Reggina, scesa in campo con un’inusuale divisa nero-verde, che dopo 23 minuti è rimasta in dieci per l’espulsione del giocatore più prestigioso e carismatico, Jeremy Menez. Tutti volevano godersi il rientro del francese dopo aver saltato la trasferta di Pordenone e la gara di Coppa Italia a Bologna ed invece l’ex milanista a metà del primo tempo si è fatto buttare fuori per una frase ingiuriosa nei confronti dell’assistente Margani, reo di non aver segnalato una punizione che poi non c’era. Chiamato all’attenzione dallo sventolio della bandierina del guardalinee, l’arbitro non ha avuto dubbi a estrarre il rosso. Passano appena 8 minuti in inferiorità numerica e la Reggina capitola. Di Francesco riceve palla sulla sinistra e crossa nel cuore dell’area dove Castro si trova solo e di testa in tuffo batte Guarna. Prima del riposo, ci prova Bellomo su punizione, il portiere Berisha vola all’incrocio e poi Sebastiano Esposito esalta Guarna che nega il raddoppio.

Le sostituzioni di Mimmo Toscano ad inizio ripresa non portano gli effetti desiderati dall’allenatore, anche se al minuto 16 Denis si procura un rigore per fallo di Tomovic, ma come è successo nel derby Cosenza El Tanque si vede respingere la bordata da Berisha. Nel finale espulso anche Castro per una manata a Rossi", analizza il quotidiano sportivo.

Voto 6,5 per Guarna, voto 4 per Menez

SERIE D, Biancavilla-Cittanovese 2-1: primo ko per Infantino, beffa nel finale
SERIE C, Gazzetta dello Sport: "Ternana di lusso: è pokerissimo con il Catanzaro"