Rende

Serie D, Rende-Marina di Ragusa 3-0 a tavolino: il club siciliano presenterà ricorso

26.02.2021 11:17

 

Nota stampa del Marina di Ragusa in seguito alla decisione del Giudice Sportivo di ribaltare il risultato della gara sul campo del Rende per posizione irregolare di un calciatore siciliano:

A seguito del verdetto della LND al ricorso presentato dalla società Rende Calcio 1968 srl subito dopo la gara dello scorso 14 febbraio 2021 contro il Marina di Ragusa, che infligge alla squadra ragusana la sconfitta a tavolino 3-0, per la posizione del calciatore Francesco Mauro schierato in campo con la maglia n.7, la società del Presidente Postorino comunica quanto segue: Si apprende con enorme rammarico e tanta rabbia il verdetto del Giudice Sportivo in merito al reclamo presentato dalla società Rende Calcio, in occasione della partita disputata contro il Marina di Ragusa del 14 febbraio scorso.

La società ASD Marina di Ragusa ha agito in maniera trasparente ed è fiduciosa sull’esito del verdetto, viste le normative sulla disciplina in merito alla gara di cui sopra, siano poco chiare. La memoria difensiva della società ASD Marina di Ragusa si basa sull’articolo 9, comma 7, nel quale si cita l’esecuzione della sanzione, per i calciatori e i tesserati della società, da ‘scontarsi’ la giornata successiva. Tant’è che il calciatore in questione, Francesco Mauro, NON è stato inserito in distinta per la gara contro il FC Messina disputata il 10 febbraio 2021. Pertanto non avendo preso parte alla gara, scontando di fatto la giornata di squalifica, la società rossoblu ha regolarmente schierato il calciatore, certa che lo stesso avesse regolarizzato la sua posizione ed fosse quindi disponibile per la gara successiva, contro il Rende Calcio appunto.

Alla luce di quanto deciso dal Giudice Sportivo, la società ASD Marina di Ragusa Calcio andrà avanti nel successivo grado di giudizio per difendere i propri diritti e le proprie ragioni in quanto la sanzione applicata (la sconfitta per 3-0) appare e approssimativa, basata sulla giustificazione del Giudice Sportivo che si basa esclusivamente sull’articolo 137, comma 2, che disciplina soltanto in ambito regionale. Mentre la società ASD Marina di Ragusa fa riferimento agli articoli che disciplinano tutti i campionati organizzati dalla FIGC.

In conclusione tutti i componenti la dirigenza e dei soci e tesserati per l’ASD Marina di Ragusa, si impegnato per il riconoscimento dei giusti diritti a qualsiasi livello di giustizia sportiva. Vicissitudini che evidenziano la voglia di difendere a tutti i costi la categoria conquistata con enormi sacrifici e tanto merito riconosciuto in questi ultimi anni.

Commenti

Serie D girone I, gli arbitri della ventesima: San Luca-Roccella a Guerra di Venosa
LND: Eccellenza, eventuali modalità di ripresa nel prossimo Consiglio Federale