SERIE A

La stretta su bolla e tamponi: le ultime. Attese modifiche al protocollo

12.11.2020 12:24

 

Il calcio deve trovare alcune soluzioni per prevenire lo stop dei campionati, come accaduto dalla D in giù.

Su Corriere dello Sport si parla dei provvedimenti per "blindare" il protocollo sanitario e le procedure:

Tamponi - Elaborazione centralizzata e standardizzazione dei test, questi gli obiettivi. Come sottolinea il Corriere dello Sport di stamane, al momento la struttura favorita per diventare il riferimento del massimo campionato è Synlab, anche perché è la stessa utilizzata dalla UEFA. Inconvenienti? Uno in particolare, visto che non ha una sede in Sardegna.

Bolla - L'altra novità principale riguarda la bolla. In caso di positività, l'intero gruppo squadra dovrà infatti isolarsi in un unico posto. Magari il centro sportivo, altrimenti un albergo o una struttura ad hoc. Niente più deroghe, insomma, per evitare il più possibile contatti coi familiari e quindi nuovi contagi. La pena? Multe ancora più salate per chi violerà le regole.

ASL - Si cercherà infine con le ASL locali un'intesa per ottenere massima uniformità di provvedimenti a livello territoriale e anche la gestione coordinata dei permessi per il rilascio dei calciatori alle Nazionali, così da non ripetere i casi Roma e Fiorentina degli ultimi giorni a dispetto del via libera per i nazionali di tutte le altre squadre di Serie A.

SERIE C GIRONE C, i risultati della decima giornata: Ternana ancora ok, primo hurrà Palermo
SERIE A, Crotone, parla Luperto: "Rossoblù grande opportunità"