SERIE C

SERIE C, "il Catanzaro deve risolvere il problema del gol"

03.11.2020 11:30

"Il Catanzaro deve rialzarsi e risolvere il problema del gol", scrive Gazzetta dello Sport nelle pagine regionali.

Giallorossi impegnati nella giornata di mercoledì contro il Palermo, nella gara di recupero della settima giuornata del girone C della serie C

"Come tornare con i piedi per terra nel peggior modo possibile. Il cappotto (5-1) incassato in trasferta dalla Ternana ha riportato indietro di 16 anni le lancette dell’orologio: era da una gara di B a Vicenza (7 novembre 2004) che il Catanzaro non subiva la «manita» degli avversari. Ma se allora la prospettiva di una salvezza era già lontana, stavolta le risposte cercate al Liberati avrebbero dovuto portare in altra direzione. Le ambizioni di vertice sono al momento spazzate via. Escludendo l’ultimo quarto del primo tempo, quando il tecnico Calabro ha alzato il baricentro della squadra inserendo una punta in più (Di Massimo) fino a raggiungere il parziale 1-1 di Carlini su rigore, prima e dopo gli umbri hanno surclassato Corapi e compagni sui piani strategico, tattico, tecnico, dell’intensità e della cattiveria agonistica, su quello fisico. L’allenatore salentino, adesso, deve rimettere insieme i pezzi del puzzle mandato all’aria dalla capolista. E farlo in fretta: domani (ore 17:30) c’è il recupero col Palermo al Ceravolo (Settima giornata dopo il rinvio per i tanti casi Covid fra i siciliani).

L’attacco, ancora a secco su azione in esterna (finora solo 2 timbri dal dischetto, sempre di Carlini), è il reparto più problematico. A Terni ha prodotto meno del solito. Il palermitano Di Piazza è fuori gioco per uno stiramento (ne avrà per una settimana), Evacuo è stato schierato da titolare nelle ultime tre uscite, ma dopo il timbro all’esordio non si è ripetuto e non è ancora al top. Il tentativo di riscossa sarà affidato a Curiale, a caccia del suo 1° sigillo in giallorosso e della conferma di una legge: quella dell’ex. Il centravanti siculo-tedesco ha iniziato il suo percorso nel calcio italiano proprio a Palermo: 6 stagioni in rosanero, ma mai in prima squadra nonostante le 28 reti nella Primavera trascinata fino alle semifinali del torneo 2006-07. Tuttavia, più che dare un dispiacere al suo vecchio club, Curiale dovrà rimettere in carreggiata il Catanzaro", l'analisi del quotidiano sportivo.

SERIE A, Verona bene nel posticipo: LA CLASSIFICA AGGIORNATA
SERIE C, Gazzetta dello Sport: "Difesa ritrovata, più la novità Palazzi. Il Palermo sorride"