Reggina

SERIE B, Reggina, Toscano: "Basta poco per uscire dalle difficoltà"

04.12.2020 17:14

 

 

Il tecnico della Reggina, Toscano, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara casalinga contro il Brescia, ha commentato il momento degli amaranto:

"Nel primo tempo abbiamo fatto bene, tranne i primi cinque minuti. Fino all’intervallo abbiamo sviluppato un buon gioco, con qualità. Potevamo essere più bravi e determinati nelle scelte, far meglio nel riempire l’aria ed attaccare. Grossi pericoli il Monza non ne ha creati rispetto alla caratura della squadra, mi è dispiaciuto subire gol da calcio piazzato. Ma questa squadra ha i mezzi per invertire questo periodo".

Continua Toscano: "La settimana di ritiro è una settimana in cui devi dare un senso. Si sta insieme, si parla di più di quello che è stato e di ciò di cui si deve migliorare. Abbiamo cercato di dare un senso a questi giorni, perché forse ne avevamo bisogno dopo le quattro sconfitte consecutive. Nessuna squadra può permettersi di rimanere in dieci.  Nella scorsa giornata sei espulsioni su dieci partite e le squadre rimaste in inferiorità numerica hanno visto peggiorare il proprio punteggio".

Contro le Rondinelle tante assenze: "Non mi piace parlare di assenze e indisponibili. Abbiamo una rosa che può fare la prestazione sempre. A Monza abbiamo costruito un centrocampo diverso per una serie di situazioni. Abbiamo avuto equilibrio, ma magari abbiamo perso pericolosità davanti. Il nostro obiettivo è far si che la coperta non sia coperta".

A proposito dell'infermeria dice: "Menez è indisponibile. Si è aggregato Rolando, ha fatto un po’ di differenziato. Parlerò con lui per capire della sua potenziale disponibilità. Vasic Lafferty si sono allenati tutta la settimana con noi ed è un passo in avanti rispetto alle ultime. Loiacono non era infortunato, aveva bisogno di rifiatare, quindi è disponibile. Per Charpentier Faty serviranno alcune settimane.  Rossi potrebbe stare fuori un mese, mi auguro che la sua volontà aiuti ad accorciare i tempi recupero".

Sulle scelte: "De Rose l’ho cresciuto e lo conosco bene, si può fare sempre affidamento. E’ arrivato il suo momento, lo ha fatto bene e lo farà anche domani. Con lui in campo qualcosa devi cambiare in disposizione e caratteristiche. Ho un rammarico: non ho avuto tutto l’organico a disposizione per capire l’abito giusto per questa squadra”.

Rondinelle squadra temibile: "Il Brescia è una squadra di caratura elevata, ma come tutte le squadre in questo periodo tra Covid e infortuni. L’unico dubbio lo hanno davanti tra Ragusa Ayè  Poi per il resto hanno scelte forzate da fare. La cosa più importante, però, sapere cosa dobbiamo fare noi.  Dovremo mettere voglia di battagliare e vorrei vedere lo spirito di Monza. Dobbiamo ripartire da quello, perché lottare su ogni palla e credere in ogni palla sporca ti porta lontano".

Un mini bilancio della prima parte di stagione: "Si poteva fare meglio in qualche situazione, io credo che si sia fatto sempre il massimo. Tutto in funzione della Reggina. Poi, per tante cose, la vittoria non è arrivata, ma basta poco per far cambiare questo momento non positivo. Però non dobbiamo prescindere dallo spirito".

Sull'incarico conferito a Tempestilli: "Mi auguro possa apportare il suo contributo, ognuno deve apportare il proprio in questa società per il bene di tutti".

LEGA PRO, tavolo riforme: sostegno al presidente Gravina
SERIE B, Castori sul ricorso del Cosenza: "Non ci fa né caldo né freddo"